Previous
Next

Ca'Vendramin Calergi

Andrea Loredan commissiona già nel 1481 il progetto della sua casa a San Marcuola, sito dove da tempo la famiglia possedeva alcuni immobili. Non è certo sapere quanto tempo passò tra il conferimento dell’incarico a costruire, attribuito dalla critica del novecento a Mauro Codussi il maggior architetto rinascimentale operante a Venezia, e l’esecuzione dei lavori. Tuttavia le fonti stringono l’arco temporale tra il 1502 e il 1509. La prima citazione del Palazzo in letteratura risale alla guida di Venezia di Francesco Sansovino, edita nel 1581 dal titolo Venezia città nobilissima et singolare.

Residenza di dogi e ultima dimora del compositore Richard Wagner Ca’ Vendramin Calergi è un perfetto esempio di stile patrizio rinascimentale ed è ancora oggi tra i Palazzi più belli con affaccio sul Canal Grande.

Interamente di proprietà del Casinò di Venezia questa sede è disposta come segue: al piano terra si trova un giardino utilizzato per feste, concerti e serate a tema.

Nel piano ammezzato vi sono gli appartamenti che furono del Maestro Richard Wagner che qui visse. Le sale museali, dedicate al Maestro e gestite dall’Associazione Richard Wagner di Venezia, sono visitabili gratuitamente grazie al supporto dei volontari dell’Associazione, previa prenotazione.

Al piano nobile si apre il salone delle feste che, assieme alle sale attigue, è utilizzato per party, convegni, spettacoli, conferenze stampa e ogni anno è la location ufficiale del Dinner show del Carnevale di Venezia.

Sullo stesso piano è aperto tutto l’anno il Ristorante Wagner che offre il piacere esclusivo di una cena raffinata con 150 posti dislocati in tre ambienti d’eccezione, la Sala Grigia, la Sala Gialla e la Sala Rossa, impreziosite da tele di Palma il Giovane e affreschi di Gian Battista Crosato.

All’ultimo piano, completa l’offerta, il Casinò di Venezia.